Martedì 26 marzo è uscito “Uno”, il primo disco di JM fuori per Jap Records. Leggi l’intervista.

A sei anni di distanza da “Aspettando i Barbari” i Massimo Volume sono tornati sulla piazza con “Il Nuotatore”, la loro nuova e mastodontica opera, sudata e covata per lungo tempo. Il tour di presentazione del disco è arrivato – giovedì 21 marzo – a Foligno dove, sotto la cornice dell’Auditorium San Domenico, la band

A quasi un anno di distanza dall’uscita del primo singolo, “Buzz”, che ci aveva fatto intuire un suo possibile ritorno sui palchi, ecco che arriva la notizia: il 26 marzo uscirà il nuovo disco di JM, dal titolo “Uno” (JAP Records). Il giovane musicista ha ampliato il repertorio, ha registrato un disco ed è passato

I NUR. sono una piacevole realtà: band giovane, in fermento da più o meno un anno all’interno della scena perugina, che fa musica con personalità e urgenza espressiva. Il 25 febbraio hanno pubblicato il loro primo disco dal titolo “Àlea” (registrato presso lo studio Doremilla), un lavoro intimo che parla a tutti; nove tracce eterogenee

Il secondo album è sempre un salto nel vuoto, soprattutto se il primo è stato un successo che ha creato una qualche fumosa aura di importanza e attenzione attorno alla tua band. Così se suoni nei Gomma e se vieni dalla pubblicazione dell’album Toska e dell’ep Vacanza, magari per un attimo in sala prove ci

Ieri i Coma Cose hanno annunciato con una diretta via Instagram titolo e tracklist del loro nuovo disco, oltre alla data di uscita e le città in cui lo presenteranno in concerto Lo stile fuori dalle righe dei Coma Cose, il duo composto da Fausto Lama e Francesca alias California, ha lasciato anche questa volta

Si allunga la lista di band e solisti che hanno deciso di tornare sulla scena con l’inizio del nuovo anno. Gomma, Dimartino, Be Forest, Tre Allegri Ragazzi Morti, Massimo Volume, Ex-Otago, Nada, I Hate My Village (gli ultimi due usciti proprio oggi) sono solo alcuni dei nomi che hanno già pubblicato, o comunque annunciato nuovo

L’annuncio dato dai membri dell’Associazione Culturale Chroma lo scorso 9 ottobre è stato sufficientemente chiaro sin dal primo momento quando, con un post via facebook, hanno aperto, al grido di «quest’inverno non andremo in letargo», le iscrizioni per il Chroma Winter Festival. Ebbene, tre mesi dopo, quello che poteva sembrare un altro annuncio lanciato nel

Gli One Dimensional Man in concerto a Perugia per l’ultimo Mercoledì Rock dell’anno Gli One Dimensional Man non sono un gruppo per tutti. Questo è un preambolo più che lecito. I motivi che spingono un ascoltatore ad appassionarsi ai loro pezzi possono essere vari, certo, ma tutti comunque inscrivibili in uno schema ben definito: o

Suonare più forte che puoi. Con più cattiveria che mai. Sfrontatamente. Spudoratamente. Bestemmiando sul microfono quando salta la corda della chitarra di Davide e devi interrompere la canzone, perché il momento era bello e puro e stavi andando a mille. Suonare più in alto del volume che arriva dalle casse del dj nell’altra stanza. Suonare

Il primo ascolto è distratto, quasi incurante. Il secondo è un ticchettio nel cervello, all’altezza delle tempie, che suggerisce di smettere di distrarsi con altre cose diverse da ciò che giunge all’orecchio. Il terzo è disteso su di un letto, con gli occhi spalancati sul soffitto, un piede che si muove a tempo e la

Jake Shane è un straordinario musicista giramondo. Nato è cresciuto a Spingfield, nell’Illinois, dopo un’infanzia simile a tante altre infanzie ha iniziato, un giorno per caso e senza ragione, a percuotere le corde di una chitarra, scoprendo che da essa potevano uscire suoni capaci di sconvolgerlo tutto dal di dentro. Il mero movimento del “percuotere”

Si è conclusa da poco la seconda giornata del Riverock Festival. Nessun inghippo o contrattempo a rovinare i piani dei ragazzi dell’Associazione Riverock, che anche ieri – venerdì 24 agosto ’18 – sono riusciti ad offrire al pubblico della Lyric Summer Arena di Santa Maria degli Angeli (Assisi) una giornata di musica fra band di

La musica in Umbria non si ferma più e dopo gli eventi di punta che hanno accompagnato i mesi di giugno e di luglio – Moon in June, L’Umbria che Spacca, Umbria Jazz, Italian Party – il centro Italia continuerà a suonare con prepotenza anche ad agosto. Lo farà con uno degli eventi dalla line-up

Dead Poets Society è il progetto musicale che Igor Lorenzetti sta portando in giro per il paese dal 2017. Chitarra e voce di stampo indie-folk americano e una vena malinconica che trasporta suoni intimi e racconti sulle paure e le ansie esistenziali. In vista del suo ormai imminente live all’Umbria che Spacca – sabato 7

Ci si ritrova in un’isola in mezzo a un lago, su di un lembo di terra bagnata dalle acque del Trasimeno, circondati dal verde dei salici e delle paludi lacustri, sotto un cielo che non vuole saperne di nuvole e temporali preferendo colori e tramonti. Ci si ritrova seduti, accomodati e a proprio agio, in

Un’isola che sembra una perla fra le acque del Lago Trasimeno, i suoi scorci unici e il tramonto tipico dei panorami lacustri. Sarà questa l’ambientazione bucolica e più che mai azzeccata del festival Moon in June. L’evento – curato dall’Associazione Moon in June con il sostegno della Regione Umbria e del Comune di Tuoro sul Trasimeno –

Quando ci ritroviamo immersi in eventi piacevoli il cervello è stimolato a produrre dopamina, come conseguenza il nostro orologio interno accelera e ci fa sembrare più breve il tempo trascorso. Così anch’io – fra le birre, le chiacchiere, le band, le dirette radio e qualche intervista – ho visto scivolare in un istante e senza

Perugia, 21 aprile 2018. Come in ogni luogo del mondo anche qui, oggi, si celebra il Record Store Day. Dal 2008, il terzo sabato d’aprile, tutto ciò che è musica registrata su vinile viene festeggiato. Con esso anche i numerosi e indipendenti negozi di dischi, che sono sopravvissuti al tracollo subito dal mercato discografico mondiale

Quando Radio Cult ha accettato la mia richiesta per scrivere un articolo sul documentario di Nicola Bedont, “The Story of Norman“, ho pensato istantaneamente di essermi infilato in un bel guaio. Non solo perché in quella fantomatica notte, quando Fabrizio Croce decise di aprire il Norman, io dovevo ancora nascere; ma anche e soprattutto perché

Venerdì 16 marzo 2018, il fortunatissimo tour nei teatri di IOSONOUNCANE (Jacopo Incani) e Paolo Angeli è approdato al Cinema Moderno di Lucca, per l’anteprima del WØM Fest che si terrà, sempre a Lucca, dal 25 al 27 di maggio. A fine concerto siamo riusciti a “strappare” un’intervista a un gentilissimo Paolo Angeli, trascritta e

Venerdì 16 marzo 2018, il fortunatissimo tour nei teatri di IOSONOUNCANE (Jacopo Incani) e Paolo Angeli è approdato al Cinema Moderno di Lucca, per l’anteprima del WØM Fest che si terrà, sempre a Lucca, dal 25 al 27 di maggio. La location offre un colpo d’occhio pazzesco, ed un’acustica perfetta più che mai azzeccata per


Radio Cult

Background