Animacult

In questo ottavo numero di Animacult la nostra Maria Pia Santillo ci porta alla scoperta del bianco e nero con sedici cortometraggi d’animazione focalizzati sull’uso di questi due colori. Oggi vi mostriamo la seconda parte di questa selezione, invitandovi a rivedere gli altri.   J Virgilio Villoresi Italia, 2009 / 4 Min. 15 Sec.  

In questo ottavo numero di Animacult la nostra Maria Pia Santillo ci porta alla scoperta del bianco e nero con una scelta di sedici cortometraggi d’animazione focalizzati sull’uso di questi due colori. Oggi vi mostriamo i primi otto e vi diamo appuntamento a mercoledì prossimo per la seconda parte di questa sorprendente selezione.   Ooze

Per Animacult d’Autore di novembre ho scelto Viktòria Traub, regista ungherese incontrata quest’anno al Festival d’Annecy dove il suo ultimo cortometraggio “Mermaids and rhinos” era nella competizione ufficiale. In questa intervista ad «ARTE» parla della lunga genesi del progetto e del ritmo binario – passato/presente, realtà/ricordi, erotismo/innocenza – che caratterizza il suo modo di raccontare

Venerdì sera allo Spazio Novecento di Roma, Jon Hopkins, aperto da Indian Wells, ha dato spettacolo presentando il suo ultimo disco, “Singularity”: un live pulsante, ad altissimo impatto emozionale, dove i visual la fanno da padrone. Ed è proprio di questo (in parte) che parleremo oggi. L’album, uscito per Domino Recording Company / Spin Go

Natale è ufficialmente vicino quando lo decidono i grandi magazzini John Lewis: appena esce il loro spot natalizio (quello di quest’anno con Elton John è uscito il 14 Novembre), possiamo iniziare a cercare i regali. Tanti sono i grandi marchi che proprio in questi giorni stanno sfornando la loro visione del Natale 2018, e sono

ANIMACULT è la rubrica settimanale del Magazine di Radio Cult dedicata al cinema d’animazione d’autore. Cortometraggi italiani e internazionali scelti dalla nostra Maria Pia Santillo per avvicinare lo spettatore a un tipo di animazione diversa da quella mainstream.   Kut Lucija Mrzljak Repubblica Ceca, 2016 / 2 Min. 06 Sec.   Chest of drawers Sanni Lahtinen

Se la routine delle giornate di novembre vi sta attanagliando, concedetevi una breve pausa fatta di colori e scenari fantastici. A voi la nostra selezione settimanale di cortometraggi d’animazione: l’ideale per combattere i freddi pranzi al sacco e le chiacchiere al vento. Buona visione.   Bernard Ana Tortos UK, 2013 / 4 Min. 13 Sec.

Il giorno di Halloween, con l’occasione, i Tre Allegri Ragazzi Morti hanno lanciato un nuovo singolo, “Caramella”, in vista dell’uscita dell’omonimo e ottavo album per La Tempesta. Il video d’animazione è stato realizzato da Emanuele Kabu. Regista e animatore italiano, vanta clienti come Adult Swim, Sub Pop Records, Red Hot Chili Peppers, Martin Garrix, Populous

Questa settimana una selezione tematica dedicata alla psichedelia nell’animazione: dalle forme gommose e morbide di Fabio Tonetto e Hieronim Neumann alle atmosfere acide di “Malice in Wonderland” di Vince Collins; dai Cadaveri Eccellenti alla psichedelia erotico-onirica dei corti giapponesi “Shunga” e “1001 Nights” passando per l’iridescente ”Lucy in the sky with diamonds”. E ancora, due

Ho incontrato Virgilio Villoresi per la prima volta a Civita di Bagnoregio, al Festival “La Città Incantata” nel luglio 2016. Quel regista d’animazione di cui avevo letto molto, guardato spot, cortometraggi, videoclip, il dvd “Fantasmagorie”, si materializzava finalmente davanti ai miei occhi nella piazzetta di questo piccolo borgo. È stato un incontro fugace. Ci siamo

ANIMACULT è la rubrica settimanale del Magazine di Radio Cult dedicata al cinema d’animazione d’autore. Cortometraggi italiani e internazionali scelti dalla nostra Maria Pia Santillo per avvicinare lo spettatore a un tipo di animazione diversa da quella mainstream. Kohvi Paula Mauer Estonia, 2014 / 4 Min. 52 Sec.   Dacha, aliens, cucumbers Ekaterina Mikheva Federazione Russa,

ANIMACULT è la rubrica settimanale del Magazine di Radio Cult dedicata al cinema d’animazione d’autore. Cortometraggi italiani e internazionali scelti dalla nostra Maria Pia Santillo per avvicinare lo spettatore a un tipo di animazione diversa da quella mainstream. Yola Heloise Ferlay Francia, 2017 / 5 Min. 42 Sec.   Lutra Davide Merello Italia, 2016 / 3

ANIMACULT è la rubrica settimanale del Magazine di Radio Cult dedicata al cinema d’animazione d’autore. Cortometraggi italiani e internazionali scelti dalla nostra Maria Pia Santillo per avvicinare lo spettatore a un tipo di animazione diversa da quella mainstream. Ecart de conduite Rocio Alvarez Francia, 2012 / 4 Min. 07 Sec. Video:  http://www.poudriere.eu/fr/galerie/ecart-de-conduite Attrac’tif Marion Ichard France,

Se ne va l’estate, vola via settembre, alle finestre soffiano i primi venti freddi e la vita riparte in tutta la sua simpatica normalità. Il nostro Magazine torna allora ad allietare la pausa pranzo con un po’ di fantasia. A voi il ritorno delle luci e dei colori di ANIMACULT, la rubrica settimanale dedicata al

Ultimo appuntamento con la rubrica estiva di ANIMACULT! Ma non ci fermiamo mica qui, news in arrivo.   Beach bods Foreign Fauna USA, 2018 / 30 Sec.   Wind Robert Loebel Germania, 2013 / 3 Min. 49 Sec.   Les quatre sans cou Alix Fizet Francia, 2015 / 3 Min.   The tourists Malcolm Sutherland

Manca circa un mese alla fine dell’estate, il caldo non ci abbandona e con lui la nostra selezione di corti d’animazione per rinfrescare l’anima.   Nailbite Laura Jayne Scozia, 2017 / 3 Min. 25 Sec.   La joie de vivre Anthony Gross & Hector Hoppin Francia, 1934 / 8 Min. 56 Sec.   La testa

Un buon Ferragosto ve lo auguriamo così, con la selezione settimanale di corti d’animazione della versione estiva di #ANIMACULT, il modo migliore per affrontare l’afa.   Living still life Bertrand Mandico Francia-Belgio-Germania, 2012 / 16 Min.   Lemon resort Dasha Chukhrova Russia, 2017 / 2 Min. 45 Sec.   Small people with hats Sarina Nihei Regno

Terzo appuntamento con la versione estiva di #ANIMACULT, una selezione settimanale di corti d’animazione per affrontare serenamente l’afa.   Ce goût en bouche Laura Passalacqua Francia, 2018 / 1 Min. 57 Sec.   Piano ​Kaspar Jancis Estonia, 2015 / 10 Min. 22 Sec.   Es mü z’äng ​Fela Bellotto, Lalita Brunner Svizzera, 2015 / 39

Torna la versione estiva di #ANIMACULT, una selezione settimanale di corti d’animazione per affrontare serenamente l’afa. Questo secondo episodio è stato pensato da una collaboratrice d’eccezione: Maria Pia Santillo. Laureata in Giurisprudenza e appassionata di cinema d’animazione d’autore, è autrice di “Conversazioni Animate: interviste a dodici registi italiani d’animazione” e programmer per Animaphix, Festival Internazionale d’Animazione

Noia, caldo e ulteriore noia: i fattori che hanno portato alla creazione della versione estiva della rubrica Animacult. Ogni settimana, una selezione di corti d’animazione da guardare in spiaggia, per i più fortunati, o in pausa caffé, per i meno.   The Kiosk Un corto animato a cura di Anete Melece | 6 Min. 55 Sec.  

Olimpia Zagnoli è l’illustratrice delle forme morbide e dei grandi contrasti cromatici. Il suo stile inconfondibile, fatto di colori forti e linee decise, unito al suo grande talento, l’ha portata a collaborare con il New Yorker, la Harvard Business Review, Internazionale, Repubblica, il New York Times, Rolling Stones, Vice e la Yale University, riguardo svariati

Charlie Kaufman, lo sceneggiatore di Essere John Malkovich e Se mi lasci ti cancello, ci ha donato tante cose belle. Tra queste, abbiamo ricevuto Anomalisa. Si tratta di un film d’animazione del 2015 realizzato in stop motion e candidato agli Oscar come Miglior Film d’Animazione (che è una cosa davvero poco interessante, ma mettiamocela uguale).

È accaduto realmente: è nata Animacult. Ecco lo spazietto web in cui io, Annina e altri amici dal futuro proveremo a scrivere di illustrazione e cinema d’animazione. Oggi è la volta di Virginia Mori. Virginia Mori e il suo “Vento” (un libro interattivo che non sarei capace di definire a parole quindi: https://vimeo.com/97837721 sono da anni

Dimenticatevi del principe azzurro, scordatevi gli uccellini invadenti e le canzoni smielate: la favola di Cenerentola è tornata alle sue origini e sa di gangster movie. Se Disney per Cinderella (1950) prese ispirazione da Cendrillon di Perrault, La Gatta Cenerentola (2017) prende le fondamenta dall’omonima fiaba di Giambattista Basile (1634). L’aspro racconto popolare ha ben poco


Radio Cult

Background