I miei compagni di squadra

- Luglio 11, 2018

A cura di Omar

Dopo l’intervista con i ragazzi della squadra di calcio in cui gioco, ho scoperto che tanti italiani non sono razzisti, ma la maggior parte hanno paura degli immigrati perché non li conoscono e non sanno che tipo di persone siano. Magari sentono brutte notizie sugli stranieri, per esempio gli immigrati sono venuto qui per rubare o per vendere la droga. Ma dobbiamo capire che non siamo tutti uguali, nel senso che se un immigrato ha commesso un omicidio o una cosa grave non vuole dire che tutti gli altri sono così.

Come ha detto Raffaele non bisogna generalizzare: se un immigrato sbaglia è giusto punirlo ma non è giusto punire tutti gli stranieri in generale. Per esempio io sono uno straniero e sono entrato in Italia due anni fa, ma sto andando a scuola e gioco a calcio, e ho visto tante altre persone che sono così, quindi per chiudere vi devo dire che non tutti gli stranieri sono criminali.

E come ha detto Nicola quando una nuova cultura entra a far parte della nostra comunità e del nostro Paese è una cosa positiva. Dobbiamo essere bravi noi e dovete essere bravi voi a scambiarci le nostre culture: noi diamo la nostra a voi e poi voi date la vostra a noi.

Simone poi ha detto che se gli stranieri venuti in Italia non hanno trovato lavoro devono tornare nel loro Paese. Secondo me questo non è giusto perché alcuni immigrati non possono tornare nel loro Paese perché hanno problemi di guerra, alcuni hanno problemi di famiglia eccetera eccetera.


Commenti

Lascia un commento

La tua mail non sarà visibile. I campi contrassegnati sono obbligatori *


Continua a leggere

Radio Cult

Background