La maledizione dei Locked In – Ascolta e scarica il nuovo pezzo “The curse” (feat. Renato Santi)

- dicembre 17, 2018

Nel 2008 usciva “Walk the Plank”, il primo album dei Locked In , band punk hardcore Made in Grifo.

A distanza di dieci anni da quel primo album e dal loro primo tour, benché scioltisi nel 2013, hanno deciso di fare un regalo ai loro fan.
Sono stati ospiti dell’ultima puntata di Rock the Buskers e ci hanno fatto ascoltare il loro nuovo brano “The Curse/The Cure” (feat. Renato Santi), brano che viene dedicato a Carlo Articolo, un loro amico sardo scomparso l’estate scorsa per sua diretta volontà.

Ci sono dei momenti nella vita dove c’è un abisso, profondo, calchi quegli orli dell’abisso, dove dici – tra due secondi vado giù, scompaio – dal primo disco, però, abbiamo sempre detto: ‘noi siamo insieme, noi andiamo avanti, sempre insieme’ quindi si possono risolvere dei problemi o rendersi conto che quei problemi non esistono. Quell’abisso che vedi davanti a te forse è un miraggio nel deserto o comunque lo puoi condividere con chi hai accanto. A volte la perdita è reale, ma ci sono le persone intorno a te e se c’è qualcosa su cui puoi contare, sono propio loro malgrado difetti e limiti. La canzone si chiama “The Curse”, la maledizione, perché è così che viene percepita, ma la realtà non è così. Dietro l’angolo ci sono delle persone che possono almeno darti un confronto, dietro l’angolo c’è tutto quello che cercavi e non riuscivi a vedere. Perciò, a tutti i ragazzi che affrontano l’abisso, dico che non siete soli, non lo siete mai, neanche quando morite, perché siete con voi stessi e di sicuro non avete lasciato dietro il vuoto. Ci sono mille modi per rendere tutto quello che è adesso, qui e ora, incredibile. La canzone parla di questo, anche se può sembrare il contrario. Ciao Carletto.
Napo – Locked In

Ascolta / Download

 

Gli altri brani dei Locked In sono disponibili in free download qui .


Commenti

Lascia un commento

La tua mail non sarà visibile. I campi contrassegnati sono obbligatori *


Radio Cult

Background