“Non potrei mai” è il nuovo singolo dei Fast Animals and Slow Kids

- Marzo 29, 2019

BOOM! È appena scattata la mezzanotte del 29 marzo ed ecco spuntare sul web (come preannunciato da giorni sui social) il nuovo singolo dei Fast Animals and Slow Kids.

Il brano, che prende il titolo di “Non potrei mai”, arriva a poco più di due anni di distanza da “Forse non è la felicità” e anticipa l’uscita del quinto lavoro in studio, che uscirà per la Warner Music Group, in collaborazione con la storica etichetta della band, la Woodworm Label.

“Non potrei mai” parla di dolore e cuori spezzati. Rappresenta quella frase che ci si ripete come un mantra quando il castello sta crollando e immobili non si riesce a fare un passo per mettersi in salvo. Un pezzo «da ascoltare quando corri, lontano da tutto e tutti, al tramonto», come lo descrive la stessa band.

I tempi dell’indimenticabile “Cavalli” sono lontanissimi e i FASK continuano a evolversi inesorabilmente, pur rimanendo fedeli al ritmo veloce, rigoroso, e al rinnovato ed elevato linguaggio musicale.

Speriamo di ascoltare presto “Non potrei mai” nella sua trasposizione live, ma intanto, fra animali che si muovono veloci e ragazzini troppo lenti per scappare, premiamo play e alziamo il volume.

Testo

se c’è una parte di te
che mi fa stare bene
di certo mi capirai
che non potrei, non potrei mai
dimenticarmi di te
solo perché mi preghi
di non vederti mai più
io non potrei, non potrei mai
ho ancora un cuore per te
da farti consumare
poi prendi il resto che c’è
non lo userei se non ci sei
ma cosa piangi per me? se mi fai stare bene
ti senti in colpa per noi, ma non ti sto ascoltando
quando il sole va giù, quante paure

vuoi scordarti che fa male, ma non vuoi
c’è un naufrago nel mare, da salvare
vuoi scordarti che fa male, ma non vuoi
c’è un naufrago nel mare da salvare con te

vorrei sapere perché
mi dici che stai bene
lo so da prima di te
ma non potrei, non potrei mai
vederti sola con lui come può farmi stare?
guardi per terra e non sai
che è lì che vorrei scomparire
mi dici che te ne vai
e poi lo fai davvero
raccolgo pezzi di te
che lasci nel sentiero
quando il sole va giù, quante paure

vuoi scordarti che fa male, ma non vuoi
c’è un naufrago nel mare, da salvare
vuoi scordarti che fa male, ma non vuoi
c’è un naufrago nel mare da salvare con te

e non c’è più
ma in fondo forse fa lo stesso
mi trovi giù
se mi vieni a cercare
non ci sei più
in fondo forse meglio adesso
mi trovi giù
dove devo restare per te

Visita la sezione news del Magazine di Radio Cult, o scopri la penna di Ilenia Adornato.

Tag

Commenti

Lascia un commento

La tua mail non sarà visibile. I campi contrassegnati sono obbligatori *


Radio Cult

Background