GRAPHICULT #14 | “Murderabilia” di Alvaro Ortiz

- marzo 6, 2019

Attirata dalla copertina con adorabili gattini su sfondo rosa, ho letto “Murderabilia” primo lavoro di Álvaro Ortiz e pubblicato dalla BAO Publishing.

In questo caso l’apparenza mi ha ingannata. «»

Il graphic novel parla di Malmo Rodriguez un ragazzo di 23 anni, senza un lavoro (che nemmeno cerca), vive in città con i suoi genitori ed insegue il sogno di scrittore. Niente di strano, tutto normale direte voi, fino a quando suo zio viene a mancare in circostanze alquanto macabre. Morto d’infarto, il suo corpo viene trovato dopo un paio di giorni e smangiucchiato dai suoi gatti. Malmo riceve questi gatti in eredità e decide di venderli ad un collezionista di oggetti che sono appartenuti ad assassini. Proprio per questo motivo il collezionista non è ben visto in città.

Ci sono oggetti per tutti i gusti: dalla casa dove vive il collezionist,a la stessa dove l’ex proprietario ha invitato i suoi amici a cena e nei suoi 5 minuti ha deciso di sparare a tutti; elmetti della seconda guerra mondiale, coltelli di cannibali ed è proprio da questi che Malmo trae spunto per scrivere un elenco di tutti questi oggetti. Nella cittadina dove consegnerà i suoi amati gattini, Malmo, troverà un lavoro ed una ragazza, che non ha nient’altro da offrire oltre all’annuale Fiera della Caccia. Sarà il luogo in cui si trova, le storie che gli vengono raccontate, che la curiosità di Malmo cresce, fino a che diventerà protagonista delle sue descrizioni.

Il testo è pieno di sorprese e momenti spiazzanti, ogni capitolo spinge a leggere il successivo, nascondendo le vicende sotto una patina di ordinarietà. L’autore regala al lettore un senso di straniamento fornendogli ogni volta un motivo in più per mettere in dubbio la sua conclusione, e questa sensazione è amplificata dall’uso dei colori pastello ed anche nell’impaginazione tra le dieci e venti vignette che sono come un puzzle da ricomporre, dove si alternano inquadrature zoomate e poche informazioni per volta.

Álvaro Ortiz (Saragozza 1983) ha studiato graphic design alla Scuola Superiore di Design in Aragona e illustrazione alla Scuola Massana di Barcellona. Nel 2005 pubblica Julia y el Verano Muerto, e nel 2009 Julia y la Voz de la Ballena, entrambi editi da Edicions de Ponent; grazie a quest’ultimo è stato nominato miglior scrittore rivelazione al Salone del Fumetto di Barcellona nel 2010. Tra il 2011 e il 2012 realizza il suo graphic novel Cenizas. Nel 2014 pubblica Murderabilia, pubblicato in Spagna in Francia e, nel 2019, portato in Italia da BAO Publishing.

Graphicult è la rubrica del Magazine di Radio Cult dedicata al mondo del graphic novel, curata con passione da Giulia BondiLeggi gli ultimi numeri.


Commenti

Lascia un commento

La tua mail non sarà visibile. I campi contrassegnati sono obbligatori *


Radio Cult

Background